Conoscere gente a Londra con Meetup

Shares

Uno degli aspetti più difficili quando si arriva in una nuova città è sicuramente fare nuove amicizie e conoscere persone. Far parte del tessuto sociale della città.

Per questo motivo ho deciso di provare Meetup, un sito che permette a tutti gli utenti iscritti di entrare a far parte di gruppi secondo i propri interessi e partecipare agli eventi che ogni gruppo propone. Basta inserire la zona in cui ci si trova e vengono subito suggeriti gli eventi dei vari gruppi presenti sul sito.

Io ad esempio ho inserito nella ricerca Londra e ho subito trovato un evento interessante; un Christmas Party con 500 invitati! Nella descrizione dell’evento c’erano le voci conoscere nuove persone e socializzare.

Conoscere gente a Londra

conoscere gente a londra

Una volta arrivato davanti al locale che avrebbe ospitato l’evento, un pub di fronte a St. Paul Cathedral, ancora titubante se entrare o meno, do l’ultima occhiata all’interno poi mi convinco ed entro; vado nella zona riservata al party, conosco l’organizzatore dell’evento e mi avvicino al bancone per ordinare qualcosa da bere.

Non ci crederete ma è stata un’esperienza davvero unica! Ho parlato con persone provenienti da tutto il mondo e che erano li con lo stesso obiettivo che avevo io, socializzare e conoscere gente. Ho parlato con un ragazzo belga che lavora a Londra da 8 anni, una dottoressa cinese, una studentessa brasiliana, un signore di mezza età dello Yorkshire che ha vissuto a Barcellona e parlava italiano, alcune ragazze sudafricane e molte altre persone di tutte le nazionalità. Tutte queste persone erano lì per lo stesso motivo per cui ero li anche io. Incredibile.

Sono rimasto sorpreso per prima cosa dal numero di persone presenti all’interno del pub, beh non erano 500 come riportava la pagina dell’evento ma almeno 200 c’erano tutte; e poi dalla facilità con cui si poteva conversare con qualsiasi persona presente nel locale.

Lo consiglio in particolar modo a chi è nuovo in qualsiasi città e vuole migliorare la lingua del paese in cui si trova, ma anche a chi vuole provare un’esperienza nuova che a quanto pare ha già preso piede nelle maggiori città europee.

Shares

Lascia un commento