5 regole per scrivere un CV in inglese perfetto

Shares

Se stai pensando di trasferirti a Londra per vivere e sei alle prese con la ricerca di lavoro, devi ovviamente avere un CV in inglese perfetto e in linea con gli standard del Regno Unito.

Avere un buon Curriculum Vitae inglese è fondamentale per superare la concorrenza spietata nella ricerca di lavoro e garantirsi un colloquio con una delle aziende a cui invii il tuo CV. Per farlo, ci sono alcune semplici regole e accorgimenti da rispettare, che voglio elencare qui di seguito.

1. No al formato Europass

La primissima, importante regola, è quella di non utilizzare il formato Europass del tuo CV per cercare lavoro a Londra. Questo perchè i datori di lavoro inglesi non amano questo tipo di impaginazione del curriculum, ma prediligono un diverso formato. Non limitarti a tradurre il tuo CV dall’Italiano all’Inglese e mantenere la stessa grafica, ma cerca di stravolgere la tua idea di CV in inglese perfetto dividendo in sezioni le esperienze e i tuoi obiettivi professionali.

2. Lunghezza del CV in inglese e dati personali

Devi fare in modo di catturare subito l’attenzione di chi legge il tuo Curriculum Vitae; non dilungarti oltre le 2 pagine, poche informazioni in linea con l’annuncio a cui stai rispondendo funzionano meglio di tante informazioni inserite solamente per impressionare il recruiter. Dove non richiesto, non inserire la tua data di nascita; a differenza dell’Italia, in Inghilterra non viene presa in considerazione per evitare discriminazioni. Vale lo stesso discorso anche per la nazionalità. Nome e cognome, indirizzo fisico e mail, numero di telefono sono sufficienti come dati personali.

Esperienze lavorative secondarie e che non corrispondono all’annuncio di lavoro andrebbero eliminate o organizzate in una sezione secondaria del tuo curriculum in inglese che puoi intitolare Other Career History. Esempio: se hai lavorato come barista e ti stai candidando per un posto di lavoro come Web Designer, puoi tranquillamente omettere la prima informazione.

cv in inglese

3. Inserisci Objective e Summary

Subito dopo i tuoi dati ti suggerisco di inserire due sezioni importantissime per un CV in inglese, ovvero due paragrafi di max 3-4 righe intitolati Objective e Summary.

Nella sezione Objective dovrai inserire in poche parole il tuo obiettivo professionale per il futuro, ovviamente in inglese. Questa sezione è consigliabile modificarla ogni volta, adattandola all’annuncio a cui rispondi.

In Summary invece, devi riassumere brevemente la tua carriera professionale, evidenziando le esperienze lavorative più significative e, anche in questo caso, in linea con l’annuncio per il quale ti stai candidando.

Non sottovalutare questo aspetto e rispetta queste semplici regole per aumentare le tue chance di essere chiamato per un colloquio, queste poche righe potrebbero essere fondamentali per attirare l’attenzione di chi leggerà il tuo CV.

4. Esperienze lavorative e titoli di studio

Quando si tratta di elencare tutte le tue esperienze precedenti di lavoro oltre agli studi e alle qualifiche conseguite, rispetta l’ordine cronologico partendo dalla più recente alla più vecchia. Per ogni posizione, inserisci il nome dell’azienda, la tua posizione lavorativa all’interno della compagnia e la location. Evidenzia inoltre le mansioni principali che hai svolto, specificando anche eventuali obiettivi raggiunti. In poche parole – max 5-6 righe – devi riassumere i tuoi punti di forza e quello che hai imparato a fare durante una determinata esperienza di lavoro. Lo stesso discorso vale anche per le qualifiche conseguite, in questo caso puoi indicare le materie che hai studiato ed eventuali corsi aggiuntivi.

5. Skills e lingue

Come ultima sezione del tuo CV in inglese, puoi inserire le tue skills e le lingue parlate. Cerca, anche in questo caso, di scrivere poche righe ma chiare e concise, evitando di inserire dati poco rilevanti per l’annuncio.

Il tuo obiettivo dovrà essere quello di catturare l’attenzione di chi sta leggendo, se nel tuo curriculum inglese sono presenti informazioni inutili potresti annoiare il lettore e non essere chiamato per un eventuale colloquio di lavoro a Londra. Per cui non lasciare nulla al caso!

Spero che questi 5 semplici spunti possano essere d’aiuto per la realizzazione del tuo Curriculum Vitae in inglese, ma se hai altre domande scrivimi pure nei commenti oppure dai un’occhiata al mio servizio di traduzione del curriculum se hai bisogno di aiuto!

Shares

Lascia un commento